Vai ai contenuti

Menu principale:

Il metodo Montessori

Maria Montessori

Maria Montessori fu la prima pedagogista moderna e dedicò tutta la sua vita ai bambini, fondando la prima Casa dei Bambini nel 1907 a Roma nel quartiere San Lorenzo. Tra le prime donne laureate in medicina in Italia si battè sempre a favore dei bambini disabili e del loro inserimento scolastico
Nel 1909 scrisse Il metodo della pedagogia scientifica, tradotto e accolto in tutto il mondo con un entusiasmo che non smette ma anzi si amplifica anche oggi ogni giorno di più. Intanto le Case dei Bambini continuavano ad aumentare in tutta Italia.

Nel suo Metodo Analitico (Il Metodo, il Bambino, L’Adolescente) per la prima volta presentava un metodo più adatto allo sviluppo spontaneo del bambino e al suo apprendimento. Quello che stupiva positivamente del metodo montessori e che interesso per questo l’opinioe pubblica di tutto il mondo, era quello di osservare un gruppo di
bambini organizzato con il metodo montessori dedito al lavoro che ciascuno aveva scelto liberamente in un clima di serenità e collaborazione.
Tornò in Italia dopo il 1947, fu costretta a lasciarla perchè il Regime Fascista voleva orientare il metodo a suo piacimento, e per il suo rifiuto i libri di Mari amontessori furono dati alle fiamme a Berlino e a Vienna durante il p
IL METODO MONTESSORI

Il percorso della Montessori è il cammino della libertà. Gli strumenti che impiega sono la conoscenza ovvero la scienza. E la luce sotto la quale lavora è la luce dell’amore».

La libertà intesa come autonomia individuale è uno dei principi cardine del suo metodo. Il bambino, infatti, deve essere libero di sperimentare per conto proprio, poiché è solo attraverso l’autonomia che si possono sviluppare la creatività e le altre doti presenti nella natura dei bambini. La libertà poi è la base dalla quale emerge la disciplina, è attraverso il metodo che l’allievo fa sue le qualità necessarie per imparare a moderarsi da solo e a seguire le regole quando necessario. In questo contesto l’insegnante è il “regista” che struttura l’ambiente, ponendo sempre al centro il bambino e le sue attività che lo portano a scoprire. Tutto è proposto con amore e rispetto per la sua natura di piccolo essere umano unico e irripetibile.
Metodo Montessori a Casa
Responsabilizzare i bambini e dare loro fiducia con piccoli lavoretti come apparecchiare la tavola e mangiare da soli. Questo darà loro soddisfazione e accrescerà l’autostima.

La madre che imbocca il bambino senza compiere lo sforzo per insegnargli a tenere il cucchiaio, non lo sta educando, lo tratta come un fantoccio. Insegnare a mangiare, a lavarsi, a vestirsi è un lavoro ben più difficile che imboccarlo, lavarlo e vestirlo.’

Mai aiutare un bambino mentre sta svolgendo un compito nel quale sente di poter avere successo’

‘Il silenzio acuisce le nostre sensibilità. Stando in silenzio non solo possiamo ascoltare con maggiore attenzione la parola dell’altro, e quindi “incontrarlo”, ma riusciamo a cogliere profondamente la realtà che ci circonda. E’ importante allora permettere al bambino di vivere anche questa dimensione, preservando sempre nei suoi confronti una relazione di accoglienza e supporto.’

‘Favorire il silenzio non significa tuttavia imporlo, zittendo il bambino, ma piuttosto creare le condizioni affinché esso si manifesti spontaneamente: offrendo al bambino un ambiente non rumoroso, non interrompendolo verbalmente quando svolge con interesse un’attività, permettendogli di osservare un insetto che cattura la sua attenzione o un sassolino raccolto per terra, senza voler essere sempre interpreti con le nostre parole dei suoi pensieri.’


Metodo Montessori a Scuola
La Scuola deve essere accogliente e a misura di bambino con materiali didattici studiati appositamente che sviluppino e favoriscano l’intelletto e l’apprendimento. Con dei giochi ad incastro, il bambino riesce ad autocorreggersi perchè capisce l’errore in maniera autonoma.
Non forzare un bambino a fare qualcosa controvoglia, ma rispettare il fatto che voglia riposare e vedere gli altri bambini lavorare.

‘Il maestro deve ridurre al minimo il proprio intervento. Non è un insegnante che sale in cattedra e dispensa dall’alto il suo sapere, ma deve essere un angelo custode, deve vigilare affinché il bambino non sia intralciato nella sua libera attività. Deve osservare molto e parlare poco.’

‘Il bambino è come un viaggiatore che osserva le cose nuove e cerca di capire il linguaggio sconosciuto di chi lo circonda. Noi adulti siamo i ciceroni di questi viaggiatori che fanno il loro ingresso nella vita umana’


Metodo Montessori Fuori Casa
Non bisogna mai parlare male di un bambino che sia presente o no perchè questo mina la sua autostima mentre invece il genitore o l’educatore dovrebbero concentrarsi sul rafforzamento e lo sviluppo di quello che c’è di positivo nel bambino: il suo carattere e il suo talento. Educateli al rispetto per la natura e per il creato.

‘I bambini sono esseri umani ai quali si deve rispetto, superiori a noi a motivo della loro innocenza e delle maggiori possibilità del loro futuro’

‘Il bambino è insieme una speranza e una promessa per l’umanità’

‘Se fate una passeggiata in montagna non prendete il piccolo in braccio, ma lasciatelo libero, mettetevi voi al suo passo, aspettate con pazienza che raccolga un fiore, che osservi un uccellino’

‘Nessuna cosa è più capace di questa di risvegliare un atteggiamento di previdenza nel piccolo che è abituato a vivere senza pensare al domani. Ma quando sa che gli animali hanno bisogno di lui e che le pianticelle si seccano se non le innaffia, il suo amore va collegando l’atto di oggi con il rinascere del giorno seguente.’


Materiale Montessori
L’arredamento a scuola e a casa deve essere pensato in basa all’età del bambino quindi i mobili, le sedie ma anche nel bagno tutto è a misura di bambino e queste idee espresse nel metodo hanno portato significativi cambiamenti nella scuola e negli arredi.
Molto di quelle che vediamo nelle nostre scuole ma anche nelle scuole di tutto il mondo e’ stato profondamente influenzato dal metodo montessori.
Anche e soprattutto gli asili nido in Italia hanno una metodologia che si rifa’ molto al Metodo Montessori sia nelle attivita’ scolastiche che nei giochi.


Arredamento e Giochi Montessori
Per applicare il metodo Montessori a scuola o a casa sono stati realizzati dei giochi e delle attivita’ ludiche che insieme all’arredamento della cameretta possono aiutare il bambino a sviluppare le sue capacita’ cognitive.

Il LETTO MONTESSORI
Il
letto Montessori è un letto realizzato in legno naturale, basso e impilabile, questo consente al bambino di entrare ed uscire dal letto facilmente. I nostri lettini sono realizzati da un'azienda italiana di Reggio Emilia, completamente fatto a mano con materiali di gran pregio rifiniti con cera d’api.

SGABELLI MONTESSORI
Gli Sgabelli Montessori sono degli sgabelli componibili che diventano sedia e tavolo, con cui i bambini possono aiutare i genitori in cucina oppure utilizzare per fare le attività nella cameretta.

ARREDO MONTESSORI
L’Arredo Montessori può andare dai piatti alle sedie ai tavoli alle camerette passando per il barattolo montessori e i vassoi montessori.

PANNELLO MONTESSORI
Il Pannello Montessori o Tavola Montessori è un gioco fatto da una tavola di legno con sopra una serie di finestre da aprire, chiavi da girare, chiavistelli da chiudere.

MATERIALI MONTESSORI - FAI DA TE
Il Metodo Montessori e’ talmente ben visto e accettato nel mondo che non mancano le aziende che producono arredamento e giochi con certificazione pedagogica Montessori come abbiamo visto poco sopra.


Via Andria, 43
00133
Roma
+39 3921067853
Torna ai contenuti | Torna al menu